foto1

Volontariato Europeo di Andrea in Danimarca

  • Nome ▷ Andrea (24 anni)
  • Destinazione ▷ Hørning
  • Durata progetto ▷ 9 mesi (inizio del progetto il  01/10/2021)

▷  Ci descrivi il tuo progetto?

Il mio progetto si sta svolgendo presso Højboskolen, una scuola pubblica per ragazzi dai 5 ai 16 anni. Io e gli altri tre volontari aiutiamo nelle lezioni mattutine, nel doposcuola per i più piccoli, nella mensa e per altri lavori manuali.foto3

Doposcuola pomeridiano…

▷ Perchè hai scelto di partecipare ad un progetto ESC? 

Subito dopo essermi laureato in Biomedical Engineering (Politecnico di Milano) a Luglio ho cercato un’esperienza di volontariato all’estero per prendere un anno di pausa in modo da fare un’esperienza nuova e decidere cosa fare in futuro, oltre che per migliorare il mio livello di inglese. Ho scelto la Danimarca perché mi piacerebbe continuare a studiare qui nei prossimi anni. Ho scelto un progetto ESC perché ne condivido lo spirito e i temi.

▷ Cosa ti ha portato questo progetto dal punto di vista personale?   

Per ora mi ha aiutato molto a capire molto meglio me stesso, catapultandomi in una situazione completamente nuova e dovendomi riadattare in un nuovo contesto e con persone sconosciute, sia nella scuola in cui lavoro sia nell’appartamento che condivido con gli altri tre volontari.

 foto2

Doposcuola pomeridiano…

▷ Cosa ti ha portato questa esperienza dal punto di vista professionale?   

Sto imparando le differenze fra il sistema scolastico danese e quello italiano, aspetto molto interessante. Inoltre sto imparando l’importanza dell’essere ben organizzati in ambiente di lavoro, visto che io personalmente sono abbastanza caotico. In generale sto imparando, sia personalmente che professionalmente, ad autogestirmi meglio.          

▷ Cose ti ha aiutato per integrarti? Quali difficoltà hai incontrato invece?

Con gli altri tre volontari mi sono da subito trovato bene e anche l’ambiente della scuola è stato da subito molto accogliente e stimolante, quindi non ho avuto particolari difficoltà a integrarmi. La lingua inglese per me non è facile ma cerco di migliorare piano piano, anche da questo punto di vista riconosco di avere qualche ostacolo ma non ho avuto nessun tipo di shock. Le difficoltà sono la lingua danese che è molto difficile e che quindi mi blocca la comunicazione coi bambini piccoli che non sanno parlare in inglese, e in generale la capacità sul lungo periodo di adattarsi a modi di fare diversi da quelli a cui sono abituato

 

foto4

Il gruppo di volontari: lavoriamo allo stesso progetto e viviamo nello stesso appartamento