giovanni_1

Il primo mese di volontariato europeo di Giovanni

  • Nome ▷ Giovanni
  • Destinazione ▷ Portimão – Portogallo
  • Durata progetto ▷ 9 mesi (inizio del progetto il 01/10/2019)

 Ciao, sono Giovanni, ho 30 anni e ho colto la fantastica opportunità di vivere all’estero attraverso il Corpo Europeo di Solidarietà. Sono laureato in Scienze per l’ambiente e ho molto interesse riguardo gli scambi culturali e i progetti internazionali. 

▷  Il mio progetto di volontariato europeo a DYPALL NETWORK

Il 1° ottobre 2019 ho iniziato la mia attività come volontario nell’associazione DYPALL NETWORK a Portimão, nel sud del Portogallo.

Giovanni 2Con l’associazione ci occupiamo di supportare progetti internazionali di formazione, consulenza, ricerca e mobilità per i giovani europei con l’obiettivo di far accrescere la loro partecipazione politica a livello locale. Grazie alla rete intessuta tra varie associazioni sparse in tutta Europa si possono condividere esperienze, buone pratiche e idee affinché le nuove generazioni siano attive e più coscienti sopra le loro potenzialità e il loro valore.

Nello specifico, mi sto occupando di gestire la Environmental Policy interna all’organizzazione, così come assistere i project managers nella creazione e gestione di progetti europei, attraverso cui partirò anche in altre nazioni, e ancora aiuto nella gestione di qualche evento sportivo che avviene in questa bella cittadina – Portimao – la capitale europea dello sport 2019.

Sono soddisfatto della scelta di prendere parte a questo progetto. Sto imparando a lavorare in un team internazionale, a valutare la gestione ambientale di un’organizzazione, a gestire progetti europei e eventi sportivi e ancora a vivere in un’altra nazione imparando una nuova lingua e una nuova cultura.

▷ Ecco come vedo il Portogallo ….

L’Algarve è una regione del Portogallo molto solare, le persone sono molto accoglienti e socievoli, c’è tanta natura e tradizioni.

giovanni 4Allo stesso tempo è una regione molto turistica e accoglie tanti lavoratori stranieri. Credo che le persone siano abituate da tanto tempo a convivere con questa diversità etnica e culturale e sembra che ci sia una forte integrazione degli stranieri nella società. Da questo punto di vista vedo Il Portogallo qualche passo avanti rispetto all’Italia. Del resto il Portogallo è un paese latino con clima mediterraneo quindi il cambiamento non è stato troppo forte rispetto al mio stile di vita in Sardegna.

 

▷  La casa dei volontari ….        Vivo in una grande casa con altri 6 volontari di cui un’altro ragazzo italiano – Gabriele, uno polacco – Mat, due ragazze spagnole – Ana e Maria e una turca – Merve. La convivenza insieme e stimolo di scambio culturale, accordi e partecipazione per migliorare la gestione della piccola comunità internazionale che siamo.

▷  Il mio tempo libero     

giovanni 3Nel tempo libero, inizio a esplorare le coste della regione, le belle spiagge e le falesie che si affacciano all’oceano Atlantico, e non potevo rinunciare a surfare nelle onde piene di energia e vita che ogni giorno propone. Mi sono iscritto a un club di surf e aspetto con entusiasmo i fine settimana per mettermi la muta, prender il surf e cavalcare le onde, o almeno provarci per ora! Immancabile, una bicicletta che mi permetterà di godere meglio il tempo libero.

▷  La lingua non sembra un ostacolo

La lingua non sembra un ostacolo, ho iniziato a studiare il Portoghese prima di iniziare il progetto e ora qui riesco a comunicare con i locali e l’esperienza è più ricca e gratificante in questo modo. Ora mi sono iscritto ad un corso di Portoghese qui e spero di impararlo abbastanza bene e molto presto. Grazie a questa esperienza ho anche lo stimolo di imparare meglio e praticare l’inglese.

“Não sou nada. Nunca serei nada.

Não posso querer ser nada. 

À parte isso, tenho em mim

todos os sonhos do mundo.”

Fernando Pessoa

(Non sono niente.  Non sarò mai niente. 

Non posso voler essere niente. 

A parte questo, ho in me

tutti i sogni del mondo.)

▷  E per i prossimi mesi …. 

Ora è solo un mese che son qui, sicuramente avrò tanto altro da raccontare nei prossimi 9 mesi di volontariato. Mi propongo di dare il meglio nel progetto, imparare un campo lavorativo nuovo che è quello degli scambi internazionali, crearmi una rete di relazioni in Europa e poter vivere la mia vita più avventurosamente e con curiosità così come queste esperienze fuori dal proprio paese di origine possono offrire. giovanni 5