FRancesca 2

SVE – Francesca a Nîmes (Francia)

 

  • Nome ▷ Francesca
  • Destinazione ▷ Nîmes – Francia
  • Durata progetto ▷ 6 mesi

Francesca è stata accolta a Nîmes, da inizio febbraio a fine luglio 2018, presso una scuola superiore, il “Lycée Saint Vincent de Paul”. Ha inoltre collaborato con la Maison de l’Europe di Nîmes.

Ecco la sua avventura di volontariato europeo raccontata in un video:

https://www.youtube.com/watch?v=3T8tJlDRq2U

Ed ecco la sua testimonianza …

Nîmes … prima di iniziare lo SVE
Arène NimesQuando ho letto per la prima volta il nome della città che sarebbe (forse!) diventata la mia casa da lì a poco, non avevo la minima idea di come si pronunciasse, e tanto meno di dove fosse. Google Maps e Immagini mi sono venuti in soccorso, il primo nel capire che si trattava del sud della Francia (bene!) e il secondo mostrandomi immediatamente una splendida arena romana (molto bene!).
Sul fatto invece che il suo nome si pronunciasse “NIM” e non “NIMES”, come ripetevo all’inizio con la tipica cocciutaggine italiana di far risonare tutte le lettere scritte (perché altrimenti a cosa servirebbero?), ci sono arrivata un poco dopo.

Lo SVE … un modo nuovo di vivere la mobilità
Da lì tutto si è susseguito con una semplicità mai provata nelle mie esperienze di mobilità precedenti: la grandissima disponibilità dell’associazione di invio, il calore, l’allegria e la gentilezza di chi ho trovato ad accogliermi all’arrivo, l’avere qualcuno a cui riferirsi per ogni bisogno, dubbio o smarrimento. Tutto questo non lo avevo mai sperimentato e, abituata com’ero a sbrigarmela (o meglio, “debrouillarmi”) sempre da sola, nello SVE ho conosciuto con gioia quasi incredula un modo e mondo nuovo di vivere la mobilità.

Al liceo …

Nimes 2Al liceo dove svolgevo il mio servizio volontario come assistente di lingue -italiano, inglese e spagnolo- e assistente “tuttofare” (mi è capitato di propormi, spinta da un profondo spirito di sacrificio e per totale senso di dedizione al lavoro, non certo per interesse personale, come assistente nelle classi di arrampicata in palestra e accompagnatrice in una giornata di kayak!). Il tempo trascorso con studenti e studentesse mi ha donato tanto. Grazie al mio stentato francese riuscivo ad entrare subito in empatia con i ragazzi vergognosi di parlare una lingua straniera, lelezioni si svolgevano come un vero e proprio scambio, un dialogo, un incontro.

Nimes 3Alla Maison de l’Europe …
Il collaborare poi con la Maison de l’Europe di Nîmes mi ha offerto la possibilità di conoscere la vitalità del mondo associativo francese e mi ha donato l’opportunità di partecipare all’organizzazione di progetti tanto vari quanto coinvolgenti – dalle animazioni sull’Europa per bambini della scuola materna a l’organizzazione di caffè linguistici o dibattiti con i cittadini-.

Nîmes … dopo 6 mesi di SVE

  • Nîmes mi ha offerto il meglio di sé, donandomi una casa ricca di sincerità e condivisione, dove ho vissuto alcuni dei momenti di più serena confidenza e amicizia con i miei coinquilini, anch’essi volontari SVE.
  • Nîmes mi ha regalato le sue strade tranquille per rifugiarmi in un tempo di riflessione dopo aver viaggiato per anni e aver vissuto in diverse megalopoli; mi ha offerto il fresco riparo dei Jardins de la Fontaine, il caos assolato e festivo dei giochi romani all’arena, la vicinanza rassicurante del mare, raggiungibile in un’ora di treno fra campi dove corrono cavalli bianchi (no, non è una cartolina della Camargue, è la realtà) e il sentimento di casa, di montagna, che potevo trovare nel parco naturale delle Cevennes.Nimes 4
  • Nîmes mi ha regalato una base sicura e accogliente per partire alla scoperta del sud della Francia, sulle tracce di festival musicali e di greggi di pecore in Provenza.
  • Nîmes mi ha donato alcune risposte, e nuove, infinite domande, che fanno crescere, nel cammino, nell’incontro.