19074992_10213138690171354_1241081493_n

SVE – Federica a Lovech, Bulgaria

19074992_10213138690171354_1241081493_n

  • Nome ▷ Federica
  • Destinazione ▷ Lovech, Regno Unito
  • Durata progetto ▷ Ottobre 2016 – 12 mesi

“Ho svolto il mio servizio volontario a Lovech, in Bulgaria, presso Ecomission 21st century. Come spesso accade per questi progetti europei, ciò per cui ti candidi non corrisponde alla realtà. Nel mio caso, questa discrepanza è intesa in positivo: oltre le attività descritte sulla scheda del progetto, ne ho potute svolgere, infatti, molte altre. Si chiamava “Fresh Life” e aveva come obiettivo quello di sensibilizzare la cittadinanza in merito ad argomenti come alimentazione e stili di vita sani, agricoltura e apicoltura. Per conseguirlo, organizzavamo laboratori e attività nelle scuole elementari, campi estivi con workshop all’interno di spazi artistico-creativi, e nel nostro orto. Inoltre, avendo condiviso con la mia ass.ne di accoglienza la passione per la scrittura e per il viaggio, mi è stato dato il compito di redigere mensilmente un bollettino sui temi sopraelencati (ai quali io ho aggiunto, arbitrariamente, quello del consumo critico e sostenibile) che pubblicavo periodicamente su un blog creato ad hoc per condividere la mia vita e le mie esperienze, oltre che i miei bollettini. Ehm blog rimasto incompiuto. Infine, la parte più inaspettata e stimolante del progetto, è stata quella dell’insegnamento dell’italiano ai volontari bulgari un po’ più anziani: l’interesse e la passione dei miei studenti rimarranno sempre vividi tra i miei più bei ricordi.”

▷ Cosa ti è piaciuto di questa città?
Lovech è un paese di persone bellissime, accoglienti, disponibili, affettuose. I bulgari, un po’ ovunque, sono così. Ognuno, singolarmente, ha contribuito alla buona riuscita del mio SVE. Ognuno, singolarmente, merita un mio sincero ringraziamento,

▷ Cosa non ti è piaciuto invece?
Purtroppo la mentalità diversa dalla mia è stata spesso oggetto di malessere personale, ma è giusto sia così, che ci siano differenze nel modo di guardare al mondo: senza differenza non c’è confronto, senza confronto non c’è crescita.

19096222_10213138690531363_1849475989_o▷ Com’è il clima?  ☼☽
Non troppo differente da quello dell’Italia meridionale. Forse solo un po’ più freddo d’inverno.
▷ Quali sono i mezzi più comodi per spostarsi?
Lovech è talmente piccola che ci si spostafacilmente a piedi. Ci sono anche bus, ma non li ho mai utilizzati.
▷ Cosa ritieni sia importante sapere della cultura/abitudini del posto prima della partenza?
Nulla. Penso che il non sapere nulla a riguardo, abbia stimolato la mia curiosità e il mio interesse
 19073679_10213138690211355_978971335_n
▷ Cose da fare per integrarsi velocemente sul posto?
  • Imparare la lingua
  • viaggiare (possibilmente in autostop)
  • partecipare alle feste folkloristiche con sguardo da antropologo (e, a volte,   fingendo anche interesse).

▷ Cose da non fare?

  • Rifiutare gli inviti a pranzo/cena;
  • porsi in un atteggiamento che faccia credere di voler trasmettere superiorità;
  • chiudersi in casa;
  • essere astemi.

▷ Ristoranti consigliati?

Non sono mai stata un’amante del mangiar fuori, ma posso segnalare uno dei miei posti preferiti in assoluto di Lovech:

  • un forno antico, che distribuisce pita a tutti i ristoranti e forni del paese. Non lo si vede facilmente, perché è nascosto nel corridoio di passaggio che collega la piazza centrale del centro storico, Varosha, al cortile interno dell’hotel omonimo. Se si passa da quelle parti intorno alle 6-7 di pomeriggio, il profumo di pane fresco non potrà che inebriare l’aria e tutti e cinque i sensi.Tre luoghi da non perdere.
  • Consiglio anche il venditore di kebab con l’insegna verde, su una delle strade più centrali di Sofia (sì, ancora una volta non ricordo il nome). Non perché abbia falafel di qualità (sì, sono vegetariana), ma perché è sempre disponibile e gentile con tutti i clienti. E poi è aperto tutta la notte! Ricordo che una volta, durante uno dei miei periodi di dieta, non avevo cenato, ero andata con dei miei amici a ballare e, alle 5 di mattina avevo una fame clamorosa. Andammo lì, loro optarono per un kebab, io non volevo sgarrare, quindi chiesi se potessi avere solo la pita (la base simil-piadina del kebab) e lui, col suo solito sorriso, annuì e me la regalò, sebbene insistetti per pagargliela. La gentilezza salverà il mondo!

▷ E i locali più carini? ♫♪

  • Bar Presidivm, a Lovech, è il bar/club in cui ho trascorso la maggior parte delle serate coi miei amici bulgari. L’atmosfera è accogliente, le persone sono più o meno sempre le stesse, quindi si conoscono tutte.
  • NP82FWzvwlpKxpSR2u-qCnZHg49r2FmQBpCem4E86hkeR-_v50svVJ8ff3fnPCOgHqGyPoEIyIYj8TxYqT4Rew7oV3cj3rzDMd_uzXx2YgPmOOHw2hap7Gdw8QFjg_vqsMixtape 5, sempre a Sofia, un po’ più grande e frequentato, se si fa attenzione a non beccare la serata tamarra, ci sono concerti e/o serate super interessanti a livello musicale!
▷ Altre città da visitare assolutamente nel paese?

Plovdiv (assolutamente), Varna, Kazanluk, Tryavna, Bozhentsi, Pleven, Gabrovo, Troyan, Burgas.